Informazioni generali

  1. La cessione del diritto di proprietà di aree o alloggi acquistati a seguito di assegnazione conformemente alle disposizioni del presente regolamento, può avvenire alle seguenti condizioni cumulative;
    a) nel rispetto di quanto previsto dall’art. 35 della legge 865/1971;
    b) solo a favore di cittadini aventi i requisiti per l’assegnazione di aree PEEP in base alle disposizioni vigenti;c) previo nulla osta del Comune che può avvalersi del diritto di prelazione sull’acquisto;
    d) decorsi 10 anni dall’acquisto in proprietà dell’area PEEP o 5 anni dall’acquisto dell’alloggio costruito su area assegnata in diritto di superficie e munito del certificato di agibilità;
    e) a mezzo atto di compravendita o donazione.
  2. In caso di morte del proprietario o del coniuge, fatte salve le norme sulla successione legittima o testamentaria, la cessione di cui al comma 1 è consentita senza l’applicazione del diritto di prelazione di cui al comma 1) lettera c), anche prima del decorso dei termini stabiliti al comma 1) lettera d), solamente a favore di ascendenti o discendenti legittimi in linea retta entro il primo grado ovvero di parenti in linea collaterale entro il secondo grado.
  3. In caso di divorzio è consentita la cessione dall’uno all’altro coniuge anche in assenza delle condizioni stabilite al comma 1 lettere b), c) e d).
  4. Il prezzo di cessione dell’immobile nei casi previsti ai commi 1, 2, e 4, è quello stabilito dalla convenzione da stipularsi al rilascio del permesso di costruire e aggiornato secondo le disposizioni vigenti come segue:

a) aggiornamento del costo di costruzione, con frequenza non inferiore al biennio, in base alla variazione degli indici di costruzione dei nuovi fabbricati pubblicati dall’ISTAT; dall’aggiornamento vanno escluse le quote relative al costo dell’area e gli oneri di urbanizzazione;
b) deprezzamento per vetustà a partire dalla data di agibilità secondo le seguenti percentuali:

  • da più di 5 anni a 10 anni: 5%- da più di dieci anni a 20 anni: 10%
  • da più di 20 anni a 30 anni e oltre: 20%

5 - Decorsi vent’anni dall’acquisto il proprietario può trasferire l’immobile a chiunque, con l’obbligo del pagamento al Comune della somma corrispondente alla differenza di valore di mercato dell’area al momento dell’alienazione e il prezzo di acquisizione a suo tempo corrisposto, rivalutato sulla base delle variazioni degli indici dei prezzi all’ingrosso calcolate dall’ISTAT, differenza che viene determinata dall’Ufficio Tecnico comunale.

6 - In forza del trasferimento degli alloggi agli acquirenti e successivamente i loro eventuali aventi causa subentrano nella posizione giuridica del concessionario relativamente ai diritti, oneri ed obblighi nascenti dal presente Regolamento. Negli atti di trasferimento degli alloggi dovranno essere inserite clausole, da riportare nella nota di trascrizione, in cui l’acquirente dichiara di conoscere ed accettare il presente regolamento e si impegna a non usare o disporre dall’alloggio in contrasto con le prescrizioni delle leggi 22/10/1971 n. 865, 05/08/1978 n. 457 e del Regolamento medesimo. Le clausole in questione dovranno essere specificatamente confermate per scritto ai sensi dell’art. 1341 del Codice Civile.

Tempi

30 giorni

A chi rivolgersi

Telefono:

0498739219

Email:

puntosi@rubano.it

Orari di ricevimento:

Lunedì, Mercoledì e Venerdì: 8.30 – 13.00
Martedì e Giovedì: 8.30 – 18.00

Ultimo aggiornamento:

07/02/2019
Approfondimenti

Normativa:

L. 865/71, art. 35;
Regolamento P.e.e.p., art. 20 (approvato con deliberazione di C. C. n. 35 del 20/06/06)

Documentazione da presentare:

  • richiesta di valutazione economica dell'alloggio con vincoli P.e.e.p. utilizzando il modello predisposto dallo Sportello Unico per l’Edilizia, corredata dalla documentazione prescritta
  • La modulistica è scaricabile, in formato PDF, dalla sezione "Modulistica" presente in questa pagina nonchè reperibile in formato cartaceo presso lo Sportello Unico per l'Edilizia e il PuntoSI.

Modalità di pagamento

Non è previsto il pagamento di diritti di segreteria

Responsabili

Unità organizzativa responsabile dell'istruttoria:

Edilizia Privata (Responsabile: Stefano Marzari)

Responsabile del procedimento:

Responsabile del provvedimento:

Titolare del potere sostitutivo (persona a cui rivolgersi in caso di inerzia nel procedimento):

Dettagli Procedimento

Modalità avvio:

Ad istanza dell'interessato

Conclusione procedimento:

Provvedimento espresso

Informazioni proprie procedure:

ediliziprivata@rubano.it

Rilevanza SUAP:

No

Presente in PuntoSi:

No

Non sono state fatte indagini