Informazioni generali

I cittadini italiani, in possesso dei requisiti di legge, possono presentare domanda di iscrizione all'albo dei Giudici popolari di Corte di Assise e di Corte di Assise d’Appello dal 1 aprile al 31 luglio di ogni anno dispari utilizzando i modelli presenti nella sezione "Modulistica".
L'iscrizione all'albo è permanente e gli aggiornamenti sono effettuati da una commissione comunale che verifica i requisiti prescritti dalla legge e predispone l'elenco dei nuovi iscritti, da inoltrare al Tribunale competente per territorio.
In base alla normativa vengono formati due elenchi separati, uno dei giudici popolari di Corte d'assise e l'altro dei giudici popolari di Corte d'assise d'appello.

Per richiedere l'iscrizione è necessario:

  1. avere la cittadinanza italiana;
  2. godere dei diritti civili e politici;
  3. avere età compresa tra i 30 e i 65 anni;
  4. essere in possesso del diploma di scuola secondaria di primo grado per l'iscrizione all'albo dei giudici popolari di Corte d'assise;
  5. essere in possesso del diploma di scuola secondaria di secondo grado per l'iscrizione all'albo dei giudici popolari di Corte di assise di appello;
  6. buona condotta morale.

Non possono chiedere l'iscrizione all'albo di giudice popolare:

  1. i magistrati e i funzionari in attività di servizio appartenenti o addetti all'ordine giudiziario;
  2. gli appartenenti alle forze armate dello Stato e a qualsiasi organo di polizia (anche se non dipendenti dallo Stato) in attività di servizio;
  3. i ministri di qualsiasi culto e i religiosi di ogni ordine e congregazione.

 

La domanda di iscrizione si presenta con una delle seguenti modalità:

  • personalmente all’ufficio protocollo del Comune, in Via A. Rossi, 11;
  • per fax al nr. 0498739245;
  • per raccomandata, all’indirizzo: Comune di Rubano – Settore Servizi Demografici - Via A. Rossi, 11 – 35030 Rubano (PD);
  • per via telematica, all'indirizzo di posta elettronica certificata P.E.C. rubano.pd@cert.ip-veneto.net (abilitata a ricevere anche da caselle di posta elettronica non certificata). Nel caso di invio telematico è necessaria una delle seguenti condizioni:
    • che la dichiarazione sia sottoscritta con firma digitale;
    • che la dichiarazione sia trasmessa attraverso la casella di posta elettronica certificata del dichiarante;
    • che la copia della dichiarazione recante la firma autografa e la copia del documento identità del dichiarante siano acquisite mediante scanner e trasmesse tramite posta elettronica semplice.
      Si precisa che all’inoltro da casella di posta elettronica non certificata alla PEC del Comune non è attribuito il valore giuridico probatorio proprio dei documenti scambiati tra caselle PEC mittente e destinatario conformemente ai requisiti previsti dal Codice dell'Amministrazione Digitale (CAD). Per tale motivo, in quest'ultimo caso, rimane in capo al mittente l'eventuale verifica di avvenuta ricezione da parte dell'ente, contattando telefonicamente l'ufficio Protocollo al numero 0498739222 negli orari di reperibilità telefonica

Tempi

Entro il 30 agosto di ogni anno dispari (salvo modifica del termine previsto dalla normativa)

A chi rivolgersi

Telefono:

049 8739222 selezionando il numero dell'ufficio desiderato

Email:

demografici@rubano.it

Orari di ricevimento:

Lunedì e Venerdì: 9.00 - 10.30
Martedì: 16.30 - 17.30
Solo su appuntamento
Mercoledì: 9.00 - 10.30
Giovedì: 16.30 - 17.30
----
La cittadinanza e' invitata a recarsi presso gli uffici comunali solo ed esclusivamente per attività strettamente funzionali alla gestione dell'emergenza ed attività indifferibili e SOLO PREVIA TELEFONATA O CONTATTO VIA E-MAIL

Orari reperibilità telefonica

Lunedì, Mercoledì e Venerdì: 11.00 - 13.00
Martedì e Giovedì: 15.30 - 16.30

Ultimo aggiornamento:

24/12/2021
Approfondimenti

Normativa:

  • Decreto legislativo n. 273 del 28 luglio 1989.
  • L. n. 405 del 5 maggio 1952 "Ammissione delle donne a partecipare all'amministrazione della giustizia nelle Corti d'assise e nei tribunali per minorenni".
  • L. n. 287 del 10 aprile 1951 "Riordinamento dei giudici di assise".

Documentazione da presentare:

Ulteriori informazioni:

Il verbale di aggiornamento degli iscritti all'albo dei giudici popolari viene approvato da una commissione formata da 2 Consiglieri comunali e presieduta dal Sindaco.

Responsabili

Unità organizzativa responsabile dell'istruttoria:

Servizi demografici e cimiteriali (Responsabile: Eugenio Gomiero)

Responsabile del procedimento:

Responsabile del provvedimento:

Sabrina Doni

Titolare del potere sostitutivo (persona a cui rivolgersi in caso di inerzia nel procedimento):

Dettagli Procedimento

Modalità avvio:

Ad istanza dell'interessato / D'ufficio

Conclusione procedimento:

Provvedimento espresso

Comunicazioni a terzi:

Cittadino, Tribunale di Padova

Strumenti di tutela riconosciuti dalla legge:

Tribunale di Padova

Rilevanza SUAP:

No

Presente in PuntoSi:

No

Non sono state fatte indagini