Informazioni generali

Il Comune riceve le segnalazioni dei cittadini o di chi esercita attività produttiva sul territorio comunale, se hanno subito un danno per il verificarsi di un evento calamitoso naturale.

A seguito di un evento calamitoso l'amministrazione comunale richiede il riconoscimento dello stato di crisi alla Regione ai sensi della normativa in vigore.

Il Settore Ambiente comunale, attraverso modelli standard da apposito bando regionale/nazionale, nel caso di riconoscimento dello stato di crisi dalla Regione, effettua un censimento dei danni da evento calamitoso. La documentazione viene trasmessa alla Giunta regionale - Direzione Regionale Difesa del Suolo e Protezione Civile.

Nel caso in cui il successivo bando nazionale/regionale individui il Comune come Ente competente all'istruttoria della pratica di finanziamento dei danni da calamità, il Comune riceve dal cittadino/attività le richieste di contributo (comprensive di computo metrico con interventi effettuati e ancora da effettuare) per il calcolo preciso delle somme da autorizzare. Con atto regionale/nazionale vengono quindi autorizzati i contributi richiesti da ogni Regione.

A questo punto, nel caso in cui l'amministrazione comunale sia coinvolta anche nella fase di erogazione del contributo ai cittadini residenti/attività produttive, il Comune avvia la procedura di erogazione contributo e, richiedendo eventuali ulteriori documenti ai beneficiari del contributo e facendo eventualmente da tramite con istituti di credito convenzionati all'amministrazione comunale, porta a termine la procedura di erogazione dei contributi ai beneficiari anche mediante l'uso di modelli ministeriali.

Tempi

Essendo procedure non standardizzate e che coinvolgono più enti (tra cui Ministero, Regione e istituti di credito), i tempi vengono dettati dai diversi bandi emanati.

A chi rivolgersi

Telefono:

0498739219

Email:

puntosi@rubano.it

Orari di ricevimento:

Lunedì, Mercoledì e Venerdì: 8.30 – 13.00
Martedì e Giovedì: 8.30 – 18.00

Ultimo aggiornamento:

27/06/2019

Non sono state fatte indagini