Con la Legge di Bilancio 2020 (Legge 27 dicembre 2019, n. 160 - Legge di Bilancio per l'anno 2020) dal 1° gennaio 2020 è stata abrogata la TASI ed è stata istituita la nuova IMU che accorpa in parte la precedente TASI semplificando la gestione dei tributi locali e definendo con più precisione dettagli legati al calcolo dell'imposta. Nella nuova IMU sono invariati i moltiplicatori per il calcolo della base imponibile dell'imposta.

Resta confermata l'esenzione per le abitazioni principali purché non di lusso (categorie catastali dalla A2 alla A7).
Per quanto riguarda le altre tipologie di immobili, altre informazioni qui nella pagina dedicata.

Fino al 2019 il versamento era da effettuarsi in 2 rate uguali pari al 50% dell'importo (salvo conguaglio a saldo). Dal 2020 il calcolo è da effettuarsi in base al possesso mensile ovvero per semestre sempre considerando il conguaglio a saldo in caso di possibili variazioni di aliquote da parte del Comune.

Le scadenze sono il 16 Giugno e il 16 Dicembre. Per il 2020 sono martedì 16 Giugno e mercoledì 16 Dicembre (salvo slittamento se deliberato, la cui data verrà comunicata tempestivamente).

Solo per il 2020 l'acconto dovrà essere uguale al 50% di quanto versato nel 2019 per IMU e TASI sommando le imposte, con indicazione del solo codice IMU 3918. 

Solo per il 2020, il termine utimo per la deliberazione delle aliquote IMU anno 2020 è stato fissato al 31 luglio 2020. In sede di saldo (16 dicembre) si provvederà al conguaglio dell'imposta dovuta per l'anno sulla base delle aliquote deliberate.

Altre informazioni e per il calcolo online offerto da ANUTEL nella pagina  dedicata del sito web.

02/06/2020