È stato pubblicato un nuovo Decreto firmato dal Presidente del Consiglio dei Ministri dal titolo "Ulteriori disposizioni attuative decreto – legge 23 febbraio 2020, n. 6, recante misure urgenti in materia di contenimento e gestione dell’emergenza epidemiologica da COVID – 19"

Presenta limitazioni importanti per la Provincia di Padova, quelle di Venezia e Treviso e altre 11 province, oltre che per l'intera regione Lombardia.
Si tratta di misure emergenziali messe in campo per fermare il contagio da Coronavirus.

I contenuti principali valgono FINO AL 3 APRILE PROSSIMO e sono (in particolare all'art. 1):

  • tutto il territorio delle Provincie di Padova, Venezia e Treviso diventano zona di contenimento e, in tali zone,  è necessario evitare di entrare e uscire, nonchè spostarsi al loro interno, se non per comprovate esigenze lavorative, situazioni di necessità o motivi di salute. Saranno consentiti i rientri alle proprie abitazioni.
  • all’interno della zona di contenimento, da subito fino al 3 aprile:
    • sono sospese le lezioni scolastiche e tutti i servizi educativi;
    • sospese le attività di palestre, piscine, spa e centri benessere;
    • chiusura obbligatoria per i centri commerciali, medie e grandi strutture di vendita nel fine settimana;
    • per le attività commerciali obbligo per il gestore di far rispettare la distanza di sicurezza di un metro, altrimenti l’attività sarà sospesa;
    • le attività di ristorazione e di bar possono essere svolte dalle 6.00 alle 18.00;
    • vietati eventi, manifestazioni, concerti sia in luogo pubblico che privato;
    • chiusi musei, centri culturali, biblioteche e stazioni sciistiche.

Queste e molte altre le misure contenute nel DPCM - Decreto del Presidente Consiglio dei Ministri 8 marzo 2020 - pubblicato in G.U.n. 59 dell'8 marzo 2020

Per gli spostamenti in entrata ed uscita, nonché all'interno delle zone interessate, il MInistero degli Interni tramite le Prefetture ha reso disponibile un facsimile di autocertificazione da portare con sè ed esibire in caso di richiesta da parte delle autorità di controllo: scarica qui il facsimile per l'autocertificazione negli spostamenti (modificato dopo dpcm 9 marzo)
Ulteriori informazioni sono consultabili sul sito della Prefettura: qui il collegamento al sito della Prefettura.

La situazione è molto delicata, ciascuno è chiamato a fare la propria parte.
Si ringrazia la cittadinanza per la collaborazione.

 

 

(notizia modificata dopo la pubblicazione iniziale: aggiornata il 10/03/2020 ore 11.15 con aggiunta del modulo di autocertificazione per spostamenti e collegamento al sito della Prefettura)

08/03/2020