La biblioteca pubblica è il servizio pubblico locale che consente ai cittadini l’accesso alla conoscenza e all’informazione per promuovere la crescita culturale, la formazione delle persone e della comunità, il diritto allo studio, la partecipazione attiva alla vita associata, la libera circolazione delle idee e delle informazioni, per facilitare l’accesso ai nuovi media e sostenere i gruppi culturali locali.
La biblioteca pubblica è anche centro di raccolta di documenti e testimonianze riguardanti il territorio comunale per custodire e trasmettere la memoria storica locale.

La biblioteca pubblica di Rubano si trova in Viale Po 16 a Sarmeola, ed è aperta con i seguenti orari:
Martedì, Giovedì e Venerdì 8.30 – 12.30 e 15.00 – 19.00, Mercoledì 15.00 – 19.00, Sabato 8.30 – 12.30
Per contatti: telefono 049 633766 - Email biblioteca@rubano.it

La biblioteca di Rubano fa parte della rete bibliotecaria provinciale 2, corrispondente al Consorzio BPA (Biblioteche Padovane Associate), che copre tutta la cintura urbana di Padova e la zona dei Colli Euganei.
Il catalogo, unico per tutta la rete, è consultabile tramite l'OPAC (on line public access catalogue). È inoltre possibile interagire con il catalogo, sia inserendo i commenti o le valutazioni alle schede dei documenti, sia accedendo ad una serie di informazioni relative alla propria utenza. Per maggiori informazioni in merito chiedere in biblioteca.


Le raccolte

La biblioteca pubblica raccoglie, ordina, organizza e rende disponibile all'uso pubblico materiali documentari e informativi di carattere generale, con particolare attenzione per la documentazione di interesse locale.Immagine biblioteca

L'organizzazione degli spazi interni tiene conto dei diversi servizi e dell'utenza cui sono destinati; salvo motivate eccezioni, tutti i materiali sono disposti a scaffale aperto, cioè direttamente accessibili al pubblico. Anche la ricerca relativa alla disponibilità degli stessi può essere fatta senza intermediari, consultando il Catalogo in rete grazie alle varie postazioni presenti in biblioteca.

La Sezione generale [G] contiene più di 26.000 volumi, oltre a tavoli per la consultazione e alcune poltroncine per una lettura più comoda ed informale. Per chi volesse studiare con libri propri è a disposizione un'apposita Aula studio.

La zona Novità librarie (nella foto) è organizzata come la vetrina di una libreria; vicino agli espositori, un tavolino serve da appoggio per i “copertinari” con la riproduzione delle copertine degli ultimi acquisti; ci si può così informare su di un libro di recente pubblicazione per poi eventualmente sfogliarlo prima di prenderlo in prestito o prenotarlo se è già stato scelto da qualcun altro.

Per accedere ai locali della biblioteca, gli utenti dovranno depositare borse e zaini negli appositi armadietti collocati all'ingresso.


Consulenza bibliografica e reference

La Biblioteca pubblica ha cura di istruire ed orientare l'utente ad utilizzare in maniera autonoma e proficua le risorse e la dotazione bibliografica e documentaria della biblioteca stessa.

L'accesso al patrimonio bibliografico può avvenire, oltre che direttamente da parte dell'utente, con la mediazione del bibliotecario, che dà la dovuta assistenza e consulenza per la scelta e il recupero del materiale documentario e informativo.

Di norma la ricerca bibliografica, avvalendosi del catalogo on line, unico per tutta la rete provinciale, è immediata. Per le ricerche complesse, richieste al personale bibliotecario, è previsto un tempo massimo di risposta di una settimana.


Sezione ragazzi

La Biblioteca ha una particolare attenzione per l'utenza di età compresa tra 0 e 14 anni, per la quale predispone un patrimonio bibliografico e documentario vario per tipologia e per contenuti e lo colloca in uno spazio riservato. Sezione ragazziL'accesso e il prestito del materiale della Sezione ragazzi [R] avviene con le stesse modalità previste per le altre sezioni. Il patrimonio, disposto tutto a scaffale aperto, è di quasi 10.000 libri, ai quali vanno aggiunte le riviste specifiche per questa età. I materiali a disposizione si dividono in narrativa (collocati utilizzando i simboli che identificano i generi e le età dei lettori), saggistica (sui diversi argomenti) e consultazione (enciclopedie e dizionari).

La Biblioteca collabora con le Scuole del territorio nella realizzazione di progetti che abbiano come fine la diffusione fra i ragazzi della lettura e degli altri strumenti culturali.

L'angolo morbido è uno spazio dedicato ai bambini più piccoli, da 0 a 6 anni, dotato di tappeti, cuscini, contenitori bassi; il tutto per permettere agli utenti più piccoli di sfogliare e guardare e leggere o farsi leggere i libri preferiti.

Sono presenti libri gioco, libri cartonati e libri di diversi materiali.


Emeroteca emeroteca

Nella Biblioteca pubblica, in una sala appositamente predisposta con poltrone e tavoli, sono a disposizione i più importanti quotidiani nazionali e locali e numerosi periodici, il cui elenco è stato predisposto cercano di coprire le varie esigenze di informazione degli utenti.

L'accesso alla consultazione è diretto e immediato. Il tempo massimo di utilizzo raccomandato per utente è di 30 minuti.

Di norma non è consentito il prestito a domicilio; in caso di richiesta, può essere consentito il prestito degli arretrati, esclusi i numeri degli ultimi tre mesi, per un periodo di 7 giorni.


Sezioni speciali

Sezione locale

La Biblioteca pubblica raccoglie e conserva documenti di ogni tipo che testimoniano la storia e la cultura della comunità locale.

La consultazione dei materiali che compongono questa sezione avviene in sede, con modalità che non ne pregiudichino la conservazione; il prestito non è ammesso.

Per rispondere alle richieste più comuni dell'utenza, sono predisposte delle raccolte (centoni) di parti di materiali rilevanti riguardanti il territorio rubanese riprodotti in fotocopie e disponibili anche per il prestito.

Sezione dantesca

Comprende edizioni di pregio di opere di Dante e su Dante, dono di don Luigi Miotto, già parroco di Sarmeola, alla Biblioteca pubblica.

La consultazione di queste opere, fatte salve alcune eccezioni, è possibile solo su richiesta fatta al personale della Biblioteca. Il prestito non è ammesso.

Opere rare e di pregio

Comprende opere di difficile reperimento sul mercato o di particolare valore economico.

La consultazione di queste opere è possibile solo su richiesta fatta al personale della Biblioteca pubblica, che ne registra l'accesso. Il prestito è consentito solo in via eccezionale e su richiesta adeguatamente motivata.


Servizio di prestito

Il servizio di prestito è una funzione centrale della biblioteca pubblica; grazie ad esso l'utente può portarsi a casa il documento che gli interessa per le proprie ricerche o per le proprie letture.

L'accesso a tale servizio è subordinato ad iscrizione, che è valida in tutta la Rete bibliotecaria provinciale. La tessera d'iscrizione viene rilasciata gratuitamente previa compilazione e sottoscrizione di un apposito modulo ed esibizione di un documento di identità personale.

Il prestito è personale e non può essere trasferito ad altri; l'utente è responsabile della buona conservazione del materiale prestatogli e della riconsegna entro il termine di scadenza. Ciascun utente può avere in prestito contemporaneamente al massimo quindici opere e comunque non più di dieci libri e due pezzi per ogni altra tipologia di materiale (Cd, DVD, ecc.).

Il prestito ha la durata di 28 giorni per i libri, 7 giorni per videocassette, CD e DVD. Il prestito può essere rinnovato, salvo prenotazioni di altri utenti.

Sono escluse dal prestito le opere di consultazione, quelle delle sezioni speciali, i periodici e i quotidiani.

Il prestito dei materiali è immediato; in caso di non disponibilità, questi possono essere prenotati o richiesti ad un'altra biblioteca della Rete che li abbia disponibili. La Biblioteca si impegna ad avvertire tramite e-mail l'utente non appena il documento è disponibile; questo resterà riservato a lui per una settimana.

(Per maggiori informazioni, vedi la Carta dei servizi della Biblioteca al punto 3.2)

Prestito interbibliotecario

La Biblioteca cura anche il servizio di prestito interbibliotecario con le biblioteche al di fuori della Provincia di Padova (ILL), limitatamente ai documenti librari, con le biblioteche che accettino gli oneri e i vantaggi della reciprocità e si impegnino a rispettare le norme che regolano il servizio; per il servizio è previsto una tariffa a titolo di parziale rimborso spese.

Analogamento è regolato il servizio di Document delivery (fornitura di documenti) con le altre biblioteche, sempre nel rispetto delle norme sul copyright.

(Per maggiori informazioni, vedi la Carta dei servizi della Biblioteca al punto 3.3)


Servizio Internet

In Biblioteca sono disponibili undici postazioni Internet; è inoltre possibile collegarsi alla rete  tramite wireless.

L'accesso al servizio è consentito esclusivamente agli utenti che vi risultino iscritti e che siano forniti di un documento di identità. Per obblighi di legge, l'accesso viene registrato.

I costi del servizio e gli eventuali costi accessori (stampe, supporti, ecc.) sono fissati dalla Giunta comunale.

Le postazioni fisse sono predisposte per l'utilizzo di applicativi Office; il servizio è gratuito, fatti saldi eventuali costi fissati nel provvedimento di approvazione delle tariffe.

Per maggiori informazioni  sulle modalità dei accesso, sui servizi disponibili e sulle responsabilità dell'utente inviatiamo a consultare la Carta dei servizi della Biblioteca al punto 3.6.


Spazi disponibili

Sala gruppi della Biblioteca Oltre agli spazi destinati alla raccolte librarie e alla gestione dei vari servizi, nella Biblioteca si trovano anche tre Sale a disposizione per corsi, incontri, laboratori e mostre:  la Sala riunioni, con una capacità di circa 50 posti a sedere, la Sala gruppi, con capienza massima di 16 posti, più piccola e versatile grazie a un arredo facilmente riposizionabile e trasformabile e la Sala mostre.

L'utilizzo di questi ambienti è rivolto prioritariamente alle iniziative della Biblioteca; possono però essere concessi in uso per attività gratuite e senza fini commerciali, quali riunioni, assemblee, manifestazioni pubbliche, conferenze, spettacoli e mostre, secondo le norme previste dalla Carta dei Servizi.

Ulteriori informazioni sui costi e sulle modalità della richiesta si possono trovare nella Carta dei servizi della Biblioteca al punto 3.11 e nella dettagliata scheda informativa.


Attività

La Biblioteca pubblica promuove tradizionalmente le seguenti iniziative culturali:

  • progetto lettura (in collaborazione con le Scuole);
  • laboratori informatici di base;
  • visite guidate;
  • corsi di lingue straniere per adulti
  • laboratori di manualità per adulti.

Tutte le informazioni inerenti queste e altre attività sono reperibili, nei periodi in cui queste sono in corso, presso la Biblioteca, il Punto Sì del Comune o nella pagina delle news.


Documenti

Il Regolamento

Il Regolamento della Biblioteca pubblica Centro culturale di Rubano, approvato con deliberazione del Consiglio comunale n. 65 dell'11 novembre 2008, ne stabilisce le norme della vita istituzionale. È diviso in vari titoli, relativi ai compiti e alle finalità della Biblioteca, alla sua amministrazione e gestione, ai servizi erogati e al diritto di accesso e di partecipazione.

La Carta dei servizi

La Carta dei servizi della Biblioteca descrive i princìpi fondamentali di erogazione dei servizi, le modalità di gestione e di accesso, i diritti e i doveri degli operatori e degli utenti e gli standard da rispettare. È quindi un documento molto importante perché stabilisce una specie di "patto" che impegna agli amministratori, gli operatori e gli utenti, allo scopo di migliorare i rapporti tra di loro.

Viene aggiornata ogni anno, sulla base di quanto definito dal Bilancio comunale e documenti allegati, con particolare riferimento al P.E.G. (Piano esecutivo di gestione).