Informazioni generali

Accesso documentale (artt. 22 e seguenti L. 241/90)

Per diritto di accesso documentale si intende il diritto degli interessati di prendere visione e di estrarre copia di documenti amministrativi.
Per interessati si intendono tutti i soggetti privati, compresi quelli portatori di interessi pubblici o diffusi, che abbiano un interesse diretto, concreto e attuale, corrispondente ad una situzione giuridicametne tutelata e collegata al documento al quale è chiesto l'accesso.
Nei limiti di legge, il diritto di accesso è comunque garantito per quei documenti amministrativi la cui conoscenza sia necessaria per curare o difendere i propri interessi giuridici.
La pubblica amministrazione cui è indirizzata la richiesta di accesso, se individua soggetti controinteressati, è tenuta a dare comunicazione agli stessi, i quali possono presentare una motivata opposizione.
Nei casi previsti dalla disciplina normativa di riferimento il diritto di accesso può essere escluso o differito.
I Consiglieri Comunali hanno diritto di ottenere tutte le notizie e le informazioni utili all'espletamento del proprio mandato. Essi sono sono tenuti al segreto nei casi previsti dalla legge.

Accesso civico (art. 5 comma 1 D.lgs. 33/2013)

L'obbligo previsto dalla normativa vigente in capo alle pubbliche amministrazioni di pubblicare documenti, informazioni o dati comporta il diritto di chiunque di richiedere i medesimi, nei casi in cui sia stata omessa la loro pubblicazione.
L’accesso civico rimane quindi circoscritto ai soli atti, documenti e informazioni oggetto di obblighi di pubblicazione e costituisce un rimedio alla mancata osservanza degli obblighi di pubblicazione imposti dalla legge, sovrapponendo al dovere di pubblicazione, il diritto del privato di accedere ai documenti, dati e informazioni interessati dall’inadempienza.
Per questa ipotesi la richiesta di accesso è rivolta al Responsabile per la Trasparenza, nominato per il Comune di Rubano con decreto del Sindaco n. 5 del 22/01/2019 nella persona del Segretario comunale.

Accesso generalizzato (art. 5 comma 2 D.lgs. 33/2013)

Allo scopo di favorire forme diffuse di controllo sul perseguimento delle funzioni istituzionali e sull'utilizzo delle risorse pubbliche e di promuovere la partecipazione al dibattito pubblico, chiunque ha diritto di accedere ai dati e ai documenti detenuti dalle pubbliche amministrazioni, ulteriori rispetto a quelli oggetto di pubblicazione ai sensi del presente decreto, nel rispetto dei limiti relativi alla tutela di interessi giuridicamente rilevanti.
L’accesso generalizzato si delinea come autonomo ed indipendente da presupposti obblighi di pubblicazione e come espressione, invece, di una libertà conoscitiva che incontra, quali unici limiti, da una parte, il rispetto della tutela degli interessi pubblici e/o privati indicati all’art. 5 bis, commi 1 e 2, e dall’altra, il rispetto delle norme che prevedono specifiche esclusioni (art. 5 bis, comma 3).

Per approfondimenti vedi la pagina dedicata.

Tempi

  • Entro 30 giorni dalla presentazione dell'istanza. Indicatore di Qualità: entro 15 giorni dall'istanza
  • Nel caso l’Ufficio valuti, sulla base della legislazione in vigore, che non è possibile soddisfare la richiesta, invia comunicazione di diniego motivata entro 30 giorni dalla richiesta.

Costi

  • costo di riproduzione documento € 0,10 centesimi ogni copia;
    in caso di richiesta di copia autenticata: - imposta di bollo vigente (una ogni quattro facciate) - diritti di segreteria € 0,50 centesimi;
    nel caso di documenti conservati in archivio di deposito e storico: € 10,00 per diritti di ricerca e visura, ad eccezione di consultazioni per motivi di studio e ricerca.

A chi rivolgersi

Telefono:

0498739219

Email:

puntosi@rubano.it

Orari di ricevimento:

Lunedì, Mercoledì e Venerdì: 8.30 – 13.00
Martedì e Giovedì: 8.30 – 18.00
----
La cittadinanza e' invitata a recarsi presso gli uffici comunali solo ed esclusivamente per attività strettamente funzionali alla gestione dell'emergenza ed attività indifferibili e SOLO PREVIA TELEFONATA O CONTATTO VIA E-MAIL

Ultimo aggiornamento:

21/02/2020
Approfondimenti

Normativa:

L. 241/1990, D.P.R. 184/2006, D.Lgs. 267/2000, D.Lgs. 196/2003, D.Lgs. 33/2013 e ss. mm. ii.; Regolamento comunale in materia di attività amministrativa ed esercizio del diritto di accesso ai documenti amministrativi approvato con delibera di C.C. n. 46/2011; Linee Guida Anac n. 1309 del 28/12/2016; Regolamento comunale in materia di accesso civico e accesso generalizzato approvato con delibera di C.C. n. 29/2017

Documentazione da presentare:

  • Nel caso di richiesta documenti relativi ad edifici, è opportuno allegare alla richiesta atti di proprietà, planimetrie catastali, numero di licenza edilizia o concessione ecc., utili al reperimento delle pratiche richieste

Modalità di pagamento

Contanti o bancomat allo sportello polifunzionale PuntoSi

Ulteriori informazioni:

Nel caso in cui l’accesso riguardi documenti di pubblico interesse e di immediata visione, è possibile inoltrare la richiesta anche verbalmente e ottenere risposta immediata. In tutti gli altri casi, è necessario presentare l’apposito modulo debitamente compilato al PuntoSi, scaricabile dalla sezione modulistica di questa scheda.
Per Leggi e Regolamenti non è necessario compilare il modulo.

I Consiglieri comunali (tutti gli amministratori comunali, nonché i revisori dei conti ed il difensore civico) hanno diritto di ottenere dagli uffici del Comune tutte le notizie e le informazioni in loro possesso e di accesso (compreso il rilascio di copie) agli atti dell'amministrazione di appartenenza ed ai documenti amministrativi formati dall'amministrazione o dalla stessa stabilmente detenuti, utili all'espletamento del proprio mandato (art. 43, comma 2, D.Lgs. 267/00). Per l'esercizio di tali diritti i consiglieri comunali presentano richiesta utilizzando il modulo “Domanda di accesso adocumenti amministrativi”.

Riferimenti: referente per il monitoraggio e l'aggiornamento della scheda è il Settore Segretaria. Il responsabile dell'istruttoria è l'unità organizzativa cui afferisce la materia oggetto della richiesta.

Responsabili

Unità organizzativa responsabile dell'istruttoria:

Segreteria - Contratti (Responsabile: Cecilia Mario)

Responsabile del procedimento

E' responsabile del procedimento il dipendente di volta in volta individuato con apposito provvedimento, secondo la materia oggetto della singola pratica

Responsabile del provvedimento

Se il procedimento non si conclude con un provvedimento, non è indicato alcun responsabile del provvedimento; diversamente è responsabile del provvedimento il CapoArea/dipendente di volta in volta individuato con apposito provvedimento, secondo la materia oggetto della singola pratica

Titolare del potere sostitutivo (persona a cui rivolgersi in caso di inerzia nel procedimento):

Dettagli Procedimento

Modalità avvio:

Ad istanza dell'interessato

Conclusione procedimento:

Provvedimento espresso

Comunicazioni a terzi:

ad eventuali soggetti controinteressati rispetto alla richiesta di accesso

Strumenti di tutela riconosciuti dalla legge:

Giurisdizione Amministrativa

Rilevanza SUAP:

No

Presente in PuntoSi:

Si

Non sono state fatte indagini